Variante Kappa: continua l’allarme sanitario.

‘Secondo la classificazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), per ora nei tre livelli di rischio delle varianti (di interesse, che preoccupano e con conseguenze significative), la variante alfa (ex inglese), la beta (ex sudafricana), la gamma (ex brasiliana) e la delta (ex indiana) rientrano nel secondo gradino, quello della preoccupazione, perché le forme di Covid-19 associate sono risultate più contagiose e difficili da trattare. Kappa e lambda, invece, come riportato da Il Messaggero, sono per ora varianti “di interesse”, dato che la diffusione è per fortuna limitata anche se comunque potrebbero essere associate a una maggiore trasmissibilità, a cambiamenti della struttura virale rilevanti o al fatto che il virus possa sfuggire alla risposta immunitaria. Ed è questo che fa paura e PREOCCUPA’.

Così riporta la stampa, in un crescendo inarrestabile di timori di contagio, tracciando un’odissea senza fine.

Quanto dobbiamo realmente temere questa nuova variante? Quando potremmo reperire un vaccino del tutto efficace contro tutte le varianti attualmente in circolazione e quelle che verosimilmente si avvicenderanno nel tempo?

I vostri commenti da oggi liberamente inseribili al link http://www.artepsichesocieta.it/variante-kappa-c…llarme-sanitario/, Forum del Blog personale di Angela Ganci.

1 commento su “Variante Kappa: continua l’allarme sanitario.

  1. Ritengo che sia ancora presto per potere valutare la reale capacità di trasmissione e la pericolosità di queste varianti, bisognerà aspettare qualche mese per avere dati più affidabili, intanto in Russia il virus ha causato 750 decessi in un solo giorno, mettendo in dubbio la reale efficacia del vaccino Sputnik contro le nuove varianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.